Abisso| Christian Leperino

⏰ lettura 2 min.

L’Associazione “Amici di Gabriele Mattera” presenta presso gli spazi del Castello Aragonese d’Ischia, il nuovo progetto espositivo di Christian Leperino “Abisso”, a cura di Davide Sarchioni, dal 13 luglio all’8 settembre 2019.
“Abisso” è un’installazione diffusa site-specific ispirata alle architetture e all’antichissima, stratificata storia del Castello, che fu avamposto greco venticinque secoli fa ed è completamente circondato da un mare reale e metaforico, le cui sponde hanno visto popoli e culture scontrarsi e mescolarsi, hanno accolto e protetto, vissuto abbandoni e rinascite.
«Abisso per me – spiega Leperino – è la Storia, la vertigine del tempo che ci avvolge e ci sfida, come scrisse Primo Levi. E, insieme, un monumento all’umana resistenza, dei sommersi come dei salvati, nel mare della Storia».

Abisso | Christian Leperino – 2019, Scultura in gesso (Dettaglio) ph. Isaco Praxolu

Leperino ha concepito un cospicuo insieme di circa 80 sculture in gesso bianco e un imponente intervento ambientale di dense stesure pittoriche, in dialogo con alcuni dei luoghi più suggestivi della rocca per creare un articolato itinerario visivo e di senso: dalle rovine della cattedrale dell’Assunta, alla chiesa settecentesca dell’Immacolata con la sua terrazza, agli spazi del convento di Santa Maria della Consolazione.
Uomini e statue scheggiati, trasportati dai moti ondosi del mare e arenati come bianchi ossi di seppia, volti e corpi dalle superfici corrose e discontinue, relitti di viaggi diventati naufragi prima dell’approdo o forse prosciugati da un’infinita attesa, diventano fossili della storia e fantasmi della memoria incrostati di passato e presente, mescolati ai reperti del luminoso passato dell’arte, dell’architettura e ai detriti della civiltà occidentale.

Abisso | Christian Leperino – 2019, Scultura in gesso (Dettaglio) ph. Messico Web

All’artista il compito di salvarne una traccia prima che diventi assenza, un frammento da fissare in immagine e materia prima che la risacca lo riporti al fondo, perdendosi nelle derive inesorabili del tempo. Leperino si cala nell’abisso per sondare le profondità della storia e le possibilità di sopravvivenza dell’umano e dell’arte stessa, con il suo carico spurio di una materia “difficile” e ingombrante, oggi quasi straniera nel mondo asettico delle immagini digitali, ma in cui si ostina a immergersi per restituirne il peso storico e culturale.

ABISSO | Christian Leperino
a cura di Davide Sarchioni

Castello Aragonese
Ischia

13 luglio – 8 settembre 2019

Inaugurazione sabato 13 luglio, ore 21