ART Innsbruck 2020, dal 16 gennaio la 24ª edizione

⏰ lettura 5 min.

La 24a edizione di ART Innsbruck ha in serbo una grande mostra collaterale dell’artista John Kiki.

Hang on to your own vision, never give up and carry on relentlessly (Aggrappati alla tua visione, non mollare mai e vai avanti incessantemente). È questo l’atteggiamento di Johanna Penz che 25 anni fa ha istituito la prima fiera d’arte internazionale nell’Austria occidentale e con il tempo l’ha trasformata in un punto fisso popolare e controverso nel calendario delle fiere e degli eventi regionali.

Vincenzo Chetta (direttore di BIANCOSCURO) con Johanna Penz (direttrice ART Innsbruck e ART Salzburg Contemporary)

Con la stessa coerenza, ha gestito questi anni di travagliati, organizzando e gestendo la terza edizione di ART Salzburg Contemporary, preparando al tempo stesso la sua storica ART Innsbruck. Allo stesso modo, i suoi galleristi sono rimasti fedeli: diversi mesi prima del 16 gennaio 2020, la 24ª ART Innsbruck era già al completo. “Siamo sempre stati diversi dalle altre fiere d’arte, in quanto più colorati, diversi, glamour, questo è sempre stato un argomento di disputa. Ma ora è stato dimostrato e dimostrato che questo è esattamente ciò che i nostri espositori, artisti e visitatori apprezzano e amano l’arte di Innsbruck. ” afferma Penz “Offrendo un programma fieristico unico e straordinario, premiamo tutti coloro che ci hanno incoraggiato e coloro che non credevano in noi vedranno che ART Innsbruck è ancora un evento vivace e vigoroso.”

La mostra collaterale di quest’anno è dedicata a John Kiki, che rappresenta perfettamente il focus di ART Innsbruck. L’arte di Kiki è unica e inconfondibile, un mix di pittura figurativa, astrazione e pop art. Come partner per questa mostra, Penz è stata in grado di coinvolgere la galleria WOS, a proposito, un’alleanza dei tre rinomati galleristi e commercianti d’arte svizzeri Daniel Wahrenberger, Claudius Ochsner e Thomas Schafflützel, che hanno affascinato i visitatori dell’Art Salzburg Contemporary di Settembre con il loro straordinario spettacolo speciale dedicato a Pablo Picasso, il grande maestro del modernismo.
WOS possiede la più grande collezione al mondo di questo straordinario artista originario di Cipro, che ha studiato tra l’altro presso la Camberwell School of Art e le Royal Academy Schools, e ha esposto le sue opere in punti caldi come la Royal Academy, la Hayward Gallery, le Serpentine Galleries come così come la OK Harris Gallery di Soho, New York. Kiki, nato nel 1943, trova la sua ispirazione soprattutto nell’antica mitologia, ma anche nell’osservare da vicino i suoi simili e le loro azioni.

Oltre ai grandi nomi affermati dell’arte moderna nazionale e internazionale, come Niki de Saint-Phalle, Roy Lichtenstein, Pablo Picasso, Max Ernst, Christian Ludwig Attersee, Kiki Kogelnik ed Hermann Nitsch, la 24ª ART Innsbruck presenterà molti talenti promettenti di una generazione più giovane, che sta per iniziare la propria carriera. La galleria Hartl di Vienna ha annunciato di esporre opere del famoso artista tirolese Herbert Danler, scomparso nel 2011.
Johanna Penz è particolarmente orgogliosa della partecipazione di una galleria di Città del Capo che presenterà l’arte sudafricana.

Il focus della 24ª ART Innsbruck è l’arte moderna e contemporanea internazionale. Circa 90 gli espositori che provenienti da 10 nazioni presenteranno opere pittoriche uniche, edizioni, grafiche originali, sculture, oggetti, fotografie ed installazioni.

Vernissage fissato per mercoledì 15 gennaio alle ore 17,30 momento in cui le personalità e gli appassionati d’arte del capoluogo tirolese si danno appuntamento, come ormai da 24 anni a questa parte, per vedere le novità delle gallerie internazionali e le provocazioni degli artisti, più le due importanti mostre collaterali.
Il merito di questo longevo successo a va alla direttrice Johanna Penz, coadiuvata come sempre dal suo team, e BIANCOSCURO conferma anche per quest’anno il sodalizio partecipando per la settima edizione consecutiva.

BIANCOSCURO, esporrà ad Art Innsbruck le opere di:
Vincenzo Bartoli, Massimiliano Bellinzoni, Serafino Botticelli, Mattia Consonni – Musica per gli occhi, Paolo Cutrano, Rosa Maria Falciola, Marco Ferrari, Davide Ferro, Cecilia Flaten, Sidrah Hakim, Elena Lagun, Alberto Milano, Sigrun Neumann, Gianluca Giuseppe Seregni, Christiane Tureczek, Armando Velardo, Bernhard Witsch.

The 24th edition of ART INNSBRUCK is preparing a great special show by the British-Cypriot artist John Kiki.

Hang on to your own vision, never give up and carry on relentlessly. With this personal attitude and individual preference, Johanna Penz established the first international art fair in western Austria 25 years ago, and has turned it into a popular and controversial fixed point on the regional fair and event calendar.

With the same persistence and consistency, she managed this nerve-racking year of crisis, organised and conducted the third edition of the ART Salzburg Contemporary and she prepared her traditional hometown fair, the ART Innsbruck. Likewise, her regular exhibitors have remained true: one and a half months before the appointed term from 16 to 20 of January 2020, the 24th ART Innsbruck is booked best for many years. “We have always been different from other art fairs, as we are more colourful, multifarious, glamorous – this was something that has always been an issue of dispute. But now it has been shown and proven that this is exactly what our exhibitors, artists and visitors appreciate and love about the Art Innsbruck.”

When her long-term partners and friends expressed their unshakeable loyalty, this was what gave her and her team a boost, says Penz. “By offering a unique and amazing fair program, we will reward all those who encouraged us and those who didn’t believe in us will see that the ART Innsbruck is still a lively and vigorous event.”
This year’s special show is dedicated to John Kiki, who perfectly represents the focus of the ART Innsbruck. Kiki’s art is unique and unmistakable, a mix of figurative painting, abstraction and pop art. As a partner for this show, Penz was able to engage the WOS gallery – by the way, an alliance of the three renowned Swiss gallerists and art dealers Daniel Wahrenberger, Claudius Ochsner und Thomas Schafflützel, who fascinated the visitors of the Art Salzburg Contemporary in September with their impressing special show dedicated to Pablo Picasso, the grandmaster of modernism. WOS owns the worldwide biggest collection of this extraordinary artists originating from Cyprus, who studied among other places at the Camberwell School of Art and the Royal Academy Schools, and exhibited his works at hotspots like the Royal Academy, the Hayward Gallery, the Serpentine Galleries as well as the OK Harris Gallery in Soho, New York. Kiki, born in 1943, finds his inspiration above all in ancient mythology, but also in closely observing his fellow human beings and their actions.

Apart from the established big names of national and international modern art, like Niki de Saint-Phalle, Roy Lichtenstein, Pablo Picasso, Max Ernst, Christian Ludwig Attersee, Kiki Kogelnik and Hermann Nitsch, the 24th ART Innsbruck will present a lot of promising talents of a younger generation, who are just about to start their careers. The Hartl gallery of Vienna has announced to exhibit works of the renowned Tyrolean artist Herbert Danler, who died in 2011. And Penz is particularly delighted about the participation of a gallery from Cape Town that will present South African art.

The subject focus of the art fair lies on international modern art. Approximately 90 exhibitors from 10 nations present paintings and works on paper as well as editions, original graphics, sculptures, objects/installations, photographs, digital media.