ARTE FIERA, la 45ª edizione

⏰ lettura 3 min.

Arte Fiera riapre le porte dal 13 al 15 maggio 2022, animata da uno spirito di ripresa e dal desiderio di poter ritrovare in presenza gli operatori e il pubblico dell’arte, dopo la decisione di rimandare la tradizionale edizione di fine gennaio a causa della pandemia.

Terza edizione sotto la direzione artistica di Simone Menegoi, Arte Fiera 2022 ripropone i punti di forza della formula messa a punto nelle due edizioni precedenti, puntando con decisione alla qualità espositiva. “Arte Fiera si ripresenta a testa alta: con una selezione di gallerie senza cedimenti qualitativi, e che si arricchisce anzi di alcune interessanti new entry; con allestimenti rinnovati; con un percorso di visita più razionale ed efficiente”, dichiara Menegoi.

Maurizio Nannucci, Use the future, 1992
Courtesy Galleria Enrico Astuni
Neon in vetro murano giallo, 200x350x5 cm.

L’ossatura della fiera si sviluppa, con tre sezioni che affiancano la Main Section per approfondire altrettanti ambiti importanti per l’identità della fiera: l’arte moderna e del dopoguerra storicizzato (Focus), la pittura del nuovo millennio (Pittura XXI), la fotografia e il video (Foto- grafia e immagini in movimento).

La selezione mirata di gallerie si unisce a un approccio che punta a dare spazio alle poetiche individuali, con l’esplicito invito rivolto agli espositori di presentare un numero limitato di artisti. Come in passato, inoltre, sono state incoraggiate le proposte monografiche, tanto per gli artisti storicizzati quanto per le ultime generazioni. Gli stand monografici saranno 35, circa un quarto del totale.

Jessica Wilson, You took the time to memorize me
2021, courtesy Niccoli Olio su alluminio, 75 x 100 cm.

Quanto agli obiettivi di fondo, la più longeva fiera d’arte italiana (è stata fondata nel 1974) rimane fedele alla propria vocazione: essere la manifestazione di riferimento per le gallerie italiane e per l’arte italiana del XX e XXI secolo.

Come nel 2020, la fiera avrà luogo nei padiglioni 15 e 18, dedicati rispettivamente al contemporaneo e all’arte del XX secolo, ma con un nuovo percorso di accesso che permetterà di scegliere liberamente quale padiglione visitare per primo.

Nuovo l’allestimento degli stand, più elegante e curato, che delinea la scelta di BolognaFiere di in- vestire nella manifestazione per accrescerne la qualità, senza far ricadere il costo sulle gallerie.

Michelangelo Pistoletto, Pappagallo, 1962-1971
courtesy Galleria Biasutti & Biasutti serigrafia su acciaio inox lucidato a specchio
100×70 cm.

Sono 142 le gallerie che parteciperanno ad Arte Fiera 2022, (la lista completa è disponibile cliccando qui).

La Main Section spazia dal Moderno e dall’arte postbellica, storici punti di forza della manifestazione, fino al contemporaneo di ricerca, con un forte accento sull’arte italiana. Incoraggia gli stand monografici e le proposte curatoriali concentrate su un movimento, una tendenza, un periodo dell’arte del XX secolo.

Focus è una sezione che si rivolge al moderno e al dopoguerra storicizzato. Il suo contenuto cambia di anno in anno: è il curatore a scegliere il periodo, la tendenza, il movimento artistico su cui concentrarsi. L’edizione 2022 di Focus sarà a cura dello storico dell’arte Marco Meneguzzo e avrà per oggetto la cosiddetta “arte esatta” (che comprende arte cinetica, arte programmata e esperienze affini) tra fine anni Cinquanta e anni Settanta, con particolare attenzione alla scena italiana.

Pittura XXI, a cura del critico e curatore indipendente Davide Ferri, giunta alla sua seconda edizione, è una proposta inedita per le fiere, non solo in Italia: una panoramica della pittura del nuovo millennio, italiana e internazionale, che spazia dai talenti emergenti agli artisti mid-career che ha riscontrato nelle scorse edizioni un grande consenso di addetti ai lavori e pubblico. Per la prima volta una fiera dedica una sezione specializzata al medium artistico più tradizionale, tornato negli ultimi anni al centro dell’attenzione della critica, delle istituzioni e del mercato.

Infine Fotografia e immagini in movimento, a cura della piattaforma Fantom (rappresentata da Selva Barni, Benedetta Pomini, Ilaria Speri, Massimo Torrigiani e Francesco Zanot), affronta il medium fotografico da una prospettiva decisamente attuale: include a pieno titolo il video, ed è aperta al dialogo fra fotografia e altri media. Alla sua terza edizione, è ormai un appuntamento fisso in Italia per collezionisti e appassionati.

Ettore Spalletti, courtesy Galleria Vistamare,
Installation view mostra personale “Ettore Spalletti”,
Galleria Vistamare, Pescara, 2017, Foto Werner Hannappel

INFO
Quartiere Fieristico di Bologna, Padiglioni 15 e 18
Ingresso Nord della Fiera (da Piazza Costituzione: servizio gratuito di navette ogni 2 minuti) 
apertura al pubblico 13-15 maggio 2022;
12 maggio (solo su invito) Press Preview ore 11.00-12.00 / Preview 12.00-17-00 / Vernissage 17.00-21.00 

Orari
13 maggio 11.00-12.00 riservato vip / 12.00-20.00 apertura al pubblico;
14 e 15 maggio 11.00-20.00 apertura al pubblico