David Lachapelle alla Reggia di Venaria

⏰ lettura 2 min.

David Lachapelle: “Atti divini”, a Torino i lavori più iconici

Dal 14 giugno scorso, una rassegna fotografica colora gli spazi della Citroniera delle Scuderie Juvarriane, alla Reggia di Venaria: la grande mostra di David LaChapelle: “Atti Divini”. Settanta opere di grandi e grandissimi formati, le più significative dei vari periodi della carriera dell’artista, invitano i visitatori ad immergersi nella loro coinvolgente visione.

The Last Supper, 2003 © David LaChapelle
The Last Supper, 2003 © David LaChapelle

Curata da Denis Curti e Reiner Opoku, con il progetto allestitivo di Giovanni Tironi, la mostra è organizzata da Civita Mostre e Musei con il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, in collaborazione con Lavazza. Il percorso visivo è rivoluzionario, restituisce esattamente il tipo di rappresentazione dell’umanità che LaChapelle conduce con il suo lavoro, sempre più in profondità, fino a far emergere una nuova espressione artistica ambientata in un paradiso colorato (a volte con tanto di Messia in posa).
La mostra presenta dunque i lavori più iconici del fotografo americano, quelli che hanno contribuito a farlo diventare uno degli artisti più riconoscibili e conosciuti al mondo. LaChapelle si distingue per la capacità di narrarsi e raccontarsi attraverso la fotografia e in relazione con le manifestazioni più significative della civiltà occidentale.
Atti Divini presenta per la prima volta alcune opere inedite della nuova serie di LaChapelle “New World” (2017-2019) che rappresenta lo stupore dell’artista per il sublime e la ricerca della spiritualità in scene di utopia tropicale.

Rape of Africa, 2009 © David LaChapelle
Rape of Africa, 2009 © David LaChapelle

Tra le altre opere più significative sicuramente “Rape of Africa” del 2009, con una inedita Naomi Campbell come una Venere di Botticelli, ambientata nelle miniere d’oro dell’Africa, e “Showtime at the Apocalypse” del 2013, un ritratto della famiglia Kardashian che rappresenta non solo la famiglia stessa, ma le nostre paure, le ossessioni e i desideri che vi si riflettono.
Sono in mostra anche le vivaci ed elettrizzanti serie “Land SCAPE” e “Gas”, entrambe del 2013, progetti di nature morte in cui LaChapelle riunisce oggetti trovati per creare raffinerie di petrolio e le loro stazioni di servizio interconnesse e poi presentarle come reliquie in una terra bonificata dalla natura.
Al centro del percorso espositivo troviamo “Deluge” (2007), in cui David rende contemporaneo l’affresco di Michelangelo nella Cappella Sistina. A seguire lavori come “Awakened” (2007) e “Seismic Shift” (2012) rivelano scene legate alla divinità nel mondo moderno.
In questa mostra viene messa in risalto la sua estetica ultrapop che mescola richiami naturalisti a quelli onirici, il sacro col profano, iperrealismo e surrealismo, in un solo sguardo.

Land Scape Kings Dominion, 2013  © David LaChapelle
Land Scape Kings Dominion, 2013 © David LaChapelle
INFO
DAVID LACHAPELLE
Atti divini
14 giugno 2019 - 06 gennaio 2020 
Citroniera delle Scuderie Juvarriane, Venaria Reale

Da martedì a venerdì 10.00 - 18.00
Sabato, domenica e festivi 10.00 - 19.30
www.lavenaria.it