Ercole Bolognesi | La Strada

⏰ lettura 2 min.

Sabato 21 maggio alle 18.00, la Galleria Studio CiCo presenta la mostra personale “La Strada”, dell’Artista Ercole Bolognesi.

Il titolo di questa sua personale “La Strada” ci rivela emblematicamente il percorso nei meandri del mondo dell’Arte. Le opere, eseguite con olio su tela, uniscono sogni alla realtà. L’artista ha infatti il dono di passare da soggetti concreti, come i ritratti, a soggetti astratti con estrema naturalezza, senza minimamente creare una frattura da un tema a un altro. La visione delle opere è fluida, avvolgente, misteriosa, sognante e insieme veritiera. “La sua grande Fede si manifesta nel Rispetto per l’altro da se’ e tutto il Creato. Spesso compare un grande Occhio, un faro introspettivo. Usa ogni tipo di pigmento, tempera, acrilico, olio e la sua strabiliante tecnica diviene il tratto distintivo della sua mano. Eccellente la produzione sullo Spazio, onirico e poetico. La sua filosofia – secondo l’artista Francesca Romana Fregale – è leggibile in una fase di opere nelle quali adopera dei flebili fili o evanescenti fumi che evidenziano, sottolineano, conducono in modo paterno l’osservatore dove lui decide di volta in volta catalizzare l’attenzione”.

I soggetti che realizza variano dai ritratti, ai temi onirici, simbolici. Spesso ci sono scorci di Roma, una mescolanza di temi che si legano magicamente con il fil rouge del suo magistrale modo di dipingere al suo messaggio sublimale di rappresentare sentimenti ed emozioni.

L’esposizione, che conta circa 40 opere, rende vero protagonista lo sguardo: occhi fluttuanti in una nebulosa, che rendono viva una scultura antica; occhi nel mistero, nella memoria; occhi magici e aldilà la realtà. “L’artista – per Lucrezia Rubini, critico d’arte – ci indurrà a riflettere e ricordare, trasferendoci in una dimensione “altra”, per la durata dello sguardo rivolto all’opera, che è sguardo su un’altra weltanschauung che, solo, potrà portarci a rivedere, ricostruire, riconoscere, sin nelle sue viscere quella Terra, quel primordiale, la cui visione metafisica è stata accecata dalla velleitaria tecnologia”.

Gli occhi, non sono solamente la parte più espressiva del corpo umano sapientemente dipinta, ma sono fondamentali per raccontare la storia di un mistero.
Luminosi, illuminano anche chi li osserva e sembrano che stiano indicando proprio una “strada”, una via, un percorso da seguire per raggiungere il Nirvana.

Ercole Bolognesi è nato a Tripoli nel 1948 ed è presidente dell’UCAI Roma 2. Ha un percorso artistico di oltre 50 anni di pittura con molteplici mostre personali e collettive.

La mostra si protrarrà fino a sabato 4 giugno. L’apertura al pubblico tutti i giorni dalle ore 12.00  alle 19.30.