Tamara de Lempicka a Torino Eclettica e misteriosa, la sua Arte a Palazzo Chiablese

⏰ lettura 3 min.

“Tra un centinaio di dipinti, si potrebbe riconoscere il mio, il mio obiettivo era: non copiare. Creare un nuovo stile, colori chiari e luminosi, ritornano eleganza nei miei modelli.”
Tamara de Lempicka

É possibile esporre le opere di un’artista così “libera” a due passi dal Duomo di Torino, luogo in cui è in corso l’ostensione della Sacra Sindone? Molti si sono posti questo quesito, e per tanti è ancora notizia di clamore, ma alla fine ha vinto il buon senso, l’Arte di Tamara Lempicka sarà in mostra sino alla fine di agosto a Palazzo Chiablese, nella Piazzetta Reale di Torino. La mostra presenta oltre 80 opere dell’artista, in un percorso tematico che espone al pubblico le opere più note, e che permette di conoscere nuovi aspetti della sua vita e del suo percorso artistico. L’esposizione è curata da Gioia Mori, promossa dal Comune di Torino, Assessorato alla Cultura, dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e dal Polo Reale di Torino e prodotta da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 Ore con Arthemisia Group.

Jeune fille en vert (Jeune fille aux gants) olio su compensato, anno 1927/1930, 61,50x45,50x0,00 cm. Paris,Centre Pompidou - Musée national d’art moderne/Centre de création Industrielle © Centre Pompidou MNAM-CCI, Dist. RMN - Grand Palais/Droit réservés © Tamara Art Heritage. Licensed by MMI NYC/ ADAGP Paris/ SIAE Roma 2015

Jeune fille en vert (Jeune fille aux gants)
olio su compensato, anno 1927/1930, 61,50×45,50×0,00 cm.
Paris,Centre Pompidou – Musée national d’art moderne/Centre de création Industrielle
© Centre Pompidou MNAM-CCI, Dist. RMN – Grand Palais/Droit réservés
© Tamara Art Heritage. Licensed by MMI NYC/ ADAGP Paris/ SIAE Roma 2015

La curatrice Gioia Mori, afferma: “Diversi sono gli aspetti evidenziati in questa nuova esposizione, dal taglio inedito, che presenta una Lempicka più intima e segreta, con alcune sorprese ancora custodite nei “mondi” di Tamara, una mostra da esplorare come se si viaggiasse in universi paralleli.”

La prima opera è la “Ragazza in verde”, eccezionale prestito del Centre Pompidou di Parigi, quadro che decreta il pieno riconoscimento ufficiale della Lempicka, acquistato dallo Stato francese per essere esposto nella sezione polacca del rinnovato Jeu de Paume. La sezione “I mondi di Tamara de Lempicka” è un’esplorazione attraverso tutte le case in cui ha vissuto, i luoghi sono messi in relazione con la sua evoluzione artistica e si passa dunque dagli acquerelli del periodo russo ai ritratti degli anni ‘20 realizzati a Parigi, dalle opere dipinte a Beverly Hills a quelle degli anni ‘40 che rispecchiano gli arredamenti ed il gusto della casa di New York. La seconda sezione, “Madame la Baroness, modern medievalist”, prende il titolo da un articolo, uscito negli Stati Uniti, dove si parlava della sua virtuosa tecnica nel dipingere le nature morte.

Tamara de Lempicka - La mostra a Palazzo Chiablese Ph. Fabrizio Stipari 24OreCultura

Tamara de Lempicka – La mostra a Palazzo Chiablese
Ph. Fabrizio Stipari 24OreCultura

 

Proseguendo troviamo “The Artist’s Daughter”, in cui sono esposti i dipinti dedicati alla figlia. Anche il visitatore più inesperto inizia con la quarta sezione a comprendere il perché la Lempicka venga definita come eclettica e ambivalente: ecco qui i dipinti di Madonne e Santi, dalla “Vergine col Bambino” alla Madre Superiora del museo di Nantes, il quadro preferito dall’Artista stessa. La quinta sezione racconta il rapporto dell’Artista con il mondo della moda, nato già negli anni ‘20 quando faceva l’illustratrice per alcune prestigiose riviste. La ricchissima sezione della moda presenta anche le foto realizzate quando Tamara era un’indossatrice, immortalata dai massimi fotografi di moda. Successivamente ci si imbatte nella “Scandalosa Tamara”, che affronta il tema della coppia: quella eterosessuale ripresa dal “Bacio” di Hayez è messa a confronto con le coppie lesbiche dipinte dalla Lempicka. Campeggia in questa sezione il dipinto “La prospettiva”, primo quadro apprezzato e citato dalla critica del tempo. La settima sezione racconta la delicata attenzione riservata a uomini e donne da lei amati: in mostra, l’unico nudo maschile da lei dipinto, e poi tutte le donne desiderate.

Un viaggio affascinante e suggestivo quello che si affronta visitando la mostra, un percorso espositivo ben progettato che trasmette tutto l’essere di Tamara de Lempicka, donna forte e sensibile, simbolo di eleganza e trasgressione, indipendenza e modernità.

Chambre d’hotel olio su tela, anno 1951 ca., 66x45,70 cm. Collezione privata  © Tamara Art Heritage.  Licensed by MMI NYC/ ADAGP Paris/ SIAE  Roma 2015

Chambre d’hotel
olio su tela, anno 1951 ca., 66×45,70 cm.
Collezione privata © Tamara Art Heritage. Licensed by MMI NYC/ ADAGP Paris/ SIAE Roma 2015

TAMARA DE LEMPICKA
19 marzo 2015 - 30 agosto 2015
Palazzo Chiablese - Torino
Tamara de Lempicka - La mostra a Palazzo Chiablese Ph. Fabrizio Stipari 24OreCultura

Tamara de Lempicka – La mostra a Palazzo Chiablese
Ph. Fabrizio Stipari 24OreCultura


INFO
T. +39 011.0240113
www.mostratamara.it
Da martedì a domenica 9.30 - 19.30
Lunedì 14.30 - 19.30
Giovedì 9.30 - 22.30
Tamara de Lempicka - La mostra a Palazzo Chiablese Ph. Fabrizio Stipari 24OreCultura

Tamara de Lempicka – La mostra a Palazzo Chiablese
Ph. Fabrizio Stipari 24OreCultura