BIANCOSCURO, l’editoriale di dicembre 2019 – gennaio 2020

⏰ lettura 2 min.

Anche questo 2019 sta finendo e, come di consueto nello scrivere l’ultimo numero dell’anno, volgiamo uno sguardo indietro per gettare le basi per il nuovo anno che arriverà. Non voglio essere banale o retorico, ma non posso esimermi dal pensare ai fatti di novembre, un mese terribile per l’Italia per i disagi causati dal maltempo. I danni peggiori per il patrimonio artistico italiano si contano purtroppo a Venezia, dove un’alta marea così non si vedeva dal 1966. L’acqua ha sommerso per diversi giorni tutta la città: le case, le chiese, i monumenti, i musei, inclusi gli spazi della Biennale e Piazza San Marco (dove si contano i danni maggiori).

Al momento di andare in stampa la situazione è ancora drammatica, ma bisogna andare avanti, rimboccarsi le maniche e pensare al futuro, ognuno deve fare la sua parte per riportare allo splendore anche le realtà meno battute dai turisti, anche l’ultimo dei mosaici. Venezia non deve essere notizia principale per i problemi, deve essere nelle prima pagine per la bellezza, la poesia che trasmette e per l’alto contributo artistico e culturale che porta al mondo intero (ad esempio la Biennale Arte ha chiuso con oltre 600.000 visitatori), per la sua unicità: un gioiello invidiato da difendere, sempre!

Noi ci impegneremo ancora di più per diffondere l’arte italiana in tutto il mondo, grazie alle recenti collaborazioni con Art Basel tocchiamo concretamente anche Hong Kong e Miami Beach, e con la distribuzione EBSCO siamo nelle Accademie, Università, Musei, librerie e biblioteche di tutto il mondo. Che sia una buone fine d’anno con l’arte, che sia un ancor migliore 2020 con BIANCOSCURO!
Buona lettura

Vincenzo Chetta Direttore Biancoscuro

Vincenzo Chetta
Direttore
BIANCOSCURO Art Magazine

Piazza San Marco – Venezia
Ph. liberementi